NOTIZIE DALLA RETE

Facili ritocchi di primavera

E’ una delle domande che ricorre più frequentemente negli studi dei chirurghi plastici: «Come posso contrastare in poche mosse i segni dell’invecchiamento, come cancellare i segni del tempo e ritornare ad avere un viso fresco e riposato senza dovermi sottoporre a interventi importanti e invasivi?».
E allora, chiediamo al professor Giuseppe Sito, specialista in chirurgia plastica: imperfezioni, viso stanco e «segnato», rughe,  come dare una rinfrescata al viso ora che è primavera?

«In modo veloce e sicuro con trattamenti cosiddetti da “pausa pranzo” perché in grado di non lasciar tracce e consentire un rapido ritorno alle proprie attività sociali o lavorative».

Tra i trattamenti veloci, oltre al collaudato acido ialuronico per riempire le rughe, qual è quello che dà maggiori soddisfazioni al paziente?

«Il primo rimedio cancella-rughe è senz’altro il Botox che nel 2009 è stato praticato a circa 5.000.000 persone negli Stati Uniti, senza effetti collaterali e con grande soddisfazione per i pazienti».

Leggi tutto...
 
Ritocchi zoom

Nel mirino: lobi e interno braccia rilassati, micro-rughe e mani svuotate

Il desiderio di perfezione è irraggiungibile, si sa.
Ma perché non provarci?

Leggi tutto...
 
II° Congresso Nazionale Medico Cura Te Stesso

Milano

4-5 Marzo 2011

Sala Conferenze del Centro Servizi Banca Popolare di Milano - Via Massaua 6

Leggi tutto...
 
“FACE THE FUTURE” SPRING 2011 CONFERENCE PROGRAMME

Saturday 19TH March2011

Royal Society of Medicine, one Wimpole Street London W1G OAE

“FACE THE FUTURE”

SPRING 2011 CONFERENCE PROGRAMME

Leggi tutto...
 
Gambe pesanti...ecco i rimedi

La sensazione di “gambe pesanti” è un sintomo spesso riferito dalle pazienti che si presentano all’osservazione del medico. La paziente (il sesso femminile è più colpito per ragioni di tipo ormonale) lamenta un disturbo che si manifesta prevalentemente, ma non esclusivamente d’estate e che non necessariamente si accompagna ad evidente gonfiore. Sono più colpite le donne obese o in soprappeso e quelle che fanno vita sedentaria o che nell’arco della giornata mantengono troppo a lungo la posizione eretta o seduta. A volte la pesantezza degli arti inferiori si presenta solo nella fase premestruale e spesso non è concomitante una insufficienza venosa.

Leggi tutto...
 


..................
SiteGround web hosting DottorBellezza

Tutti noi invecchiamo e tutti in modo diverso. C’è chi sviluppa rughe più o meno profonde, chi invece perde volumi e chi vede crollare i proprii tessuti spinti dall’inesorabile progredire del tempo. Ed allora ecco che si ricorre a mezzi più o meno utili per “arrestare” o “rallentare” questo processo. E così si acquistano creme dalle mirabolanti promesse, si comincia a correre al mattino convinti che il footing possa far miracoli, anche se si è in netto sovrappeso e le giunture scricchiolano e ci si dimentica invece dei mezzi più efficaci per migliorare il nostro biglietto da visita, ovvero il volto. Oggi, se non si vuol ricorrere al bisturi, l’effetto di un lifting chirurgico è ineguagliabile in quanto a durata e risultato!!!, abbiamo mezzi “soft2, in grado di correggere con efficacia i difetti del volto.
Ci si riferisce in particolare al ”lifting liquido”, ovvero alla capacità di molte sostanze, tutte innocue e tutte riassorbibili, capace di ottenere un effetto lifting, solo con un’iniezione. Prime fra tutte sono i filler, sostanze per lo più a base di acido ialuronico, in varie formulazioni, impiantate ormai in molti milioni di donne al mondo, in grado di correggere rughe o più ampi difetti del volto, anche in una sola sessione; unico” difetto “ se così si può dire, dell’acido ialuronico, è la sua durata, anche se con gli opportuni ritocchi, si riesce ormai agevolmente a superare l’anno. Se poi si vuole ottenere un effetto molto più duratiro, allora è il caso di ricorrere al cosiddetto Radiesse, molecola a base di calcio idrossi apatite, il costituente fondamentale delle nostre ossa, in grado di modellare zigomi, guance, mento e tutte le aree più vaste ove il tempo ha consumato il cuscinetto adiposo. I filler oggi, sono davvero in grado di modificare migliorandole, tutte le aree del nostro viso più sciupate e trasformare le guance più scavate in gote paffutelle! Ma se si viuole ottenere un processo di rivitalizzazione importante con un visibile ringiovanimento del volto, ecco la biorivitalizzazione ed il PRP. La biorivitalizzazione si esegue con tre – quattro sedute in cui si iniettano acidi ialuronici più òliquidi o aminoacidi o ancora altre sostanze in grado di riformare la matrice collagenica ed il PRP, plasma ricco di piastrine, sfrutta invece i fattori di crescita presenti nella frazione piastrinica del nostro sangue. A queste metodiche si aggiunge naturalmente la tossina botulinica, che presente sul mercato in tre formulazioni diverse, consente di ottenere un ringiovanimento che nessun’altra sostanza può dare. Insomma oggi invecchia solo chi vuol davvero invecchiare!!!




 

Il Compito del Chirurgo Estetico
Prof. Giuseppe Sito

 

 

OK NOTIZIE